La tua passione è anche la nostra!!!


Non sei connesso Connettiti o registrati

SBK: a Mosca perde la vita Antonelli

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 SBK: a Mosca perde la vita Antonelli il Dom Lug 21, 2013 10:01 pm

Penna

avatar
Le voci pessimistiche nell'aria da tempo sono purtroppo state confermate: Andrea Antonelli ha perso la vita in seguito all'incidente di cui è stato vittima durante la gara della Supersport a Mosca. Il pilota del team Go Eleven, classe 1988 nativo di Castiglione del Lago, era stato trasportato al centro medico in gravi condizioni dopo essere stato colpito dalla moto dell'incolpevole Lorenzo Zanetti mentre scivolava sull'asfalto del rettilineo dopo aver perso il controllo della propria Kawasaki.

Antonelli è stato trasportato al centro medico della pista privo di sensi e con un forte trauma cranico, e a nulla sono valsi i tentativi di rianimazione da parte dell'equipe della Clinica Mobile.

Il pilota italiano aveva iniziato la sua carriera sportiva nelle minimoto per passare poi alla 125 GP classe nella quale aveva partecipato al Campionato Italiano 2004 andando più volte a punti e concludendo al nono posto finale a soli 16 anni. L'anno successivo passa alla Superstock 600 arrivando sesto.

Nel 2007 entra nel Team Italia ed è protagonista di bellissime corse (con una fantastica vittoria sul circuito di Assen) ma il titolo gli sfugge e deve accontentarsi (si fa per dire) di un fantastico secondo posto impreziosito quattro podi (tredici in totale in carriera nella Stock). Dopo aver corso ancora nella STK 600 era passato alla 1000 e dal 2012 correva nel mondiale Supersport (dove occupava il settimo posto in classifica) .

Restando fuori da ogni polemica e considerazione sulla sicurezza o meno della pista in condizioni di asfalto bagnato – da discutere in altre sedi, da parte di chi se ne occupa di mestiere – restiamo in attesa del comunicato ufficiale per quanto riguarda la dinamica dell'incidente e ci uniamo al dolore della famiglia, squadra, e colleghi. Godspeed #8!

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]



Ultima modifica di Penna il Dom Lug 21, 2013 10:07 pm, modificato 1 volta


_________________
Nell' indecisione dag dal gass!!!!
Cbr600F - Cbr 954 RR - FZ1 Fazer - (a volte ;)Street Triple )
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
http://www.latribudelle2ruote.it/

2 Re: SBK: a Mosca perde la vita Antonelli il Dom Lug 21, 2013 10:06 pm

Penna

avatar
R.I.P Crying or Very sad

Condoglianze alla Famiglia e agl'amici


_________________
Nell' indecisione dag dal gass!!!!
Cbr600F - Cbr 954 RR - FZ1 Fazer - (a volte ;)Street Triple )
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
http://www.latribudelle2ruote.it/

3 Lorenzo Zanetti: "sono devastato" il Lun Lug 22, 2013 10:34 pm

Penna

avatar
Riguardo all'incidente: "ho pensato che fosse finita, vedevo le moto sfrecciare alla mia destra, alla mia sinistra, una nuvola d'acqua."

C’è un altro risvolto, quasi altrettanto doloroso, nella tragedia che ha coinvolto al Moscow Raceway Andrea Antonelli, morto durante la gara della Supersport; quello che coinvolge Lorenzo Zanetti, pilota bresciano del team Pata Honda. che ha involontariamente investito il collega nell’inferno d’acqua e velocità del tracciato moscovita.

Zanetti, alla sua seconda stagione in Supersport, dopo una lunga carriera nel Mondiale 125, ora è a casa, assieme alla sua famiglia e al padre Massimiliano, che da sempre accompagna il figlio alle gare, supportandolo, sostenendolo, come faceva Arnaldo, il padre di Lorenzo. Due piloti, due rivali, due amici, due famiglie che si conoscevano e condividevano la Passione, spostandosi da un paddock all’altro, gara dopo gara, per inseguire il sogno.

Incredulo e distrutto per l’accaduto Zanetti aveva pubblicato, sul suo profilo twitter, subito dopo il Gran Premio interrotto:


Sono devastato e senza parole..oggi non abbiamo perso un pilota ma una grande persona… R.I.P andrea

— Lorenzo Zanetti (@Zanetti_87) July 21, 2013

Queste sono le corse: da un lato gli allori e la gloria, dall’altro la tragedia di un corpo inerte sull’asfalto e di un ragazzo di 26 anni che vive con la consapevolezza di aver investito a 250 orari un amico. Zanetti è in ospedale, tra lastre e controlli, acciaccato e contuso per la botta tremenda, con le altre moto che gli sfilavano di fianco mentre era a terra. In un’intervista al Corriere della Sera ha dichiarato:

“Quando sono caduto, la telemetria della ruota posteriore segnava 255 chilometri orari, ho pensato che fosse finita, vedevo le moto sfrecciare alla mia destra, alla mia sinistra, una nuvola d’acqua.”

Fermare la gara, polemiche, ognuno che si erge ad avvocato difensore o ad accusatore, perché non si è fatto invece si sarebbe dovuto fare… Lorenzo fa il pilota, questo è ciò che ama e onorerà l’amico correndo e dedicargli una vittoria sarebbe forse l’omaggio più bello:


“Ormai è tardi, dovevano decidere prima di partire. Dopo, è troppo facile. Quando si parte, si parte… Non è tanto il dolore ma è più lo shock, la tristezza, la rabbia, la voglia di tornare a correre. Per Andrea. Correrò per lui. Eravamo amici. Amici e rivali, ma soprattutto amici. Abbiamo iniziato da ragazzini, poi ci sono stati percorsi diversi, alla fine siamo tornati a correre insieme in Supersport. Io ero dell’88, lui dell’87. Gli volevo bene perché era come me, non se la tirava, non faceva il fenomeno. Non intendo smettere. No, sarebbe come farlo morire due volte… Io a Silverstone il 4 di agosto ci sarò.”

Quando il padre di Lorenzo afferma che il Signore in quel momento ha guardato giù e purtroppo ha salvato solo uno dei due ragazzi, il figlio risponde con una grande verità, una delle poche frasi sensate ascoltate negli ultimi tre giorni:

“No, papà, non dire così. Lui come me viveva un sogno, il sogno della sua vita. Conosceva la regola.”


_________________
Nell' indecisione dag dal gass!!!!
Cbr600F - Cbr 954 RR - FZ1 Fazer - (a volte ;)Street Triple )
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
http://www.latribudelle2ruote.it/

Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum